PIFFETTI A PALAZZO MADAMA

soffitto ligneo ,ingresso Palazzo Madama

Piffetti a Palazzo Madama: all’ebanista delle residenze sabaude nel Settecento è dedicata una mostra nelle sale di Palazzo Madama aperta fino al 2 luglio 2017.

Appuntamento importante per ammirare i suoi intarsi arditi e per rivedere alcune opere di un’altro grande ebanista coevo che è Luigi Prinotto e dello scultore di origine astigiana Giuseppe Maria Bonzanigo, autore di microsculture straordinarie.

Breve storia della sedia

La seduta è comparsa nella storia dell’umanità quando le tribu’ nomadi divennero stanziali.
La prima “sedia” della storia fu il trono destinato a re e imperatori.
Proprio dagli imperatori romani, infatti, i primi vescovi cristiani hanno preso ispirazione per i loro scranni in legno intagliato.
Per molto tempo la sedia rimase un segno dell’appartenenza sociale, uno status symbol, determinando una gerarchia fra le classi, dove c’era chi poteva sedersi e chi no,  chi disponeva di maggiori ricchezze e di conseguenza di sedute riccamente decorate.

Infatti, nei cerimoniali di corte, le sedie con schienali alti e elaborati erano destinate ai più ricchi e potenti fra i presenti; mentre altri tipi di sedute come quelle con schienale bassi  o semplici sgabelli erano per chi occupava gradini inferiori nella scala di corte.
Le sedie degli arredamenti borghesi, dall’800 in avanti, concepirono il loro stile traendo diretta ispirazione dai modelli antichi.

Eccone una raccolta di 15.000 esemplari….